Stefano Maullu (Lombardia-PdL)

Stefano Maullu dal luglio del 2008 ricopre la carica di Assessore alla Protezione Civile, Prevenzione e Polizia Locale e in queste elezioni regionali si candida per il Consiglio Regionale della Lombardia con il Popolo della Libertà. Da qualche giorno per le vie di Milano si vedono i suoi manifesti elettorali. Onestamente devo ammettere che li ho trovati diversi dai manifesti degli altri candidati e per questo ho voluto approfondire la mia conoscenza in merito. Da una prima analisi penso che, per ora si stia dimostrando una campagna assolutamente efficace.

MANIFESTI ELETTORALI – LA FORZA DEL FARE

Per quanto riguarda i suoi manifesti elettorali, a differenza di (quasi) tutti gli altri candidati, Maullu ha ritenuto, secondo me giustamente, opportuno puntare molto di più sulla sua figura rispetto che sul simbolo del proprio partito di appartenenza (PdL), infatti non appaiono simboli di partito. È presente inoltre la sua immagine con abbigliamento “sobrio” per rendersi più familiare, “uomo-comune”, e un sorriso smagliante (che ricorda molto il suo leader “Berlusconi”). Punta su un messaggio breve ma incisivo (“la forza del fare”), anche qui riprende uno slogan che ricorda quello del Popolo della Libertà, quindi, anche se non esplicitamente, fa riferimento al suo elettorato, ma non solo. Per quanto riguarda i colori, ancora una volta non ci sono riferimento espliciti che possano ricordare subito la sua provenienza politica: insomma anche in questo caso c’è una personalizzazione del leader, o comunque del politico (cosa questa che è ben presente anche nei manifesti di Formigoni e Penati).

SITO INTERNET – WWW.MAULLU.IT

Stefano Maullu ha inoltre un proprio sito internet: “http://www.maullu.it”. Un elemento che davvero caratterizza un sito internet è il suo URL: vale a dire, il suo “indirizzo”, quella stringa che andiamo a scrivere nel nostro Browser per accedere alle pagine che desideriamo consultare. In questo caso per accedere al sito di Maullu bisogna digitare: “http://www.maullu.it”.

L’indirizzo credo sia assolutamente “centrato” e corretto, rispecchiando così la norma di Jakob Nielsen il quale afferma:

“Se gli utenti riescono a ricordare il vostro nome di dominio, possono quanto meno raggiungere la vostra home page”. L’URL riporta infatti solo il suo cognome (Maullu) in quanto penso che pochi si ricordino anche il suo nome (Stefano) e comunque ogni volta che parliamo dei politici in generale li chiamiamo (quasi) sempre solo con il loro cognome.

Graficamente la pagina è molto semplice ma efficace con il suo volto, il suo nome e cognome, il logo del partito di provenienza e il suo slogan bene in vista.

Ci soffermeremo adesso ad analizzare esclusivamente l’impostazione grafica e l’impaginazione. La pagina risulta compatta sia in verticale sia in orizzontale, non costringendo così il visitatore a uno scorrimento troppo prolungato e il layout rimane fisso per tutte le pagine presenti nel sito.

Per compiere poi l’analisi plastico-visiva, prendo spunto da quella che Piero Polidoro compie sui portali. Proprio come i portali informativi, infatti, anche il sito internet di Maullu, usa la metafora del “quotidiano” (inteso come pubblicazione), portando l’utente a fruire dei contenuti come se stesse leggendo, appunto, un quotidiano cartaceo.

In conclusione quindi si può stabilire “maullu.it” fornisce le tre funzionalità che secondo Jakob Nielsen non dovrebbero mai mancare in una buona home page. Sicuramente è presente una directory dei contenuti principali del sito. È posta infatti nella fascia superiore della pagina, poco sotto la grande “immagine-testata”. Risulta quasi automatico vederli, e consentono di raggiungere l’informazione desiderata in modo chiaro e veloce. Oltre a questo è sicuramente presente anche un sommario delle novità più importanti. Tutta la parte centrale della home page è totalmente incentrata sulle notizie e sugli articoli più recenti.  Non è presente invece l’ultimo elemento, una funzione di ricerca. Questo funzione invece risulta molto utile soprattutto per chi visita il sito per la prima volta: possono accedervi infatti tutti coloro i quali abbiano necessità di fare una veloce ed efficace ricerca sul sito.

A livello “comunicativo”, dunque è sorprendente la quantità di strumenti utilizzati da Maullu. Vengono infatti utilizzati:

  • i manifesti elettorali (il modo assolutamente efficace),
  • il sito internet che riporta al suo interno (la possibilità di ricevere newsletter, video, la possibilità di inviare sms, rassegna stampa, social network con una propria pagina su facebook, flickr

Insomma tutto ciò che si poteva utilizzare è stato preso in considerazione. Ovviamente oltre che utilizzare questi strumenti, bisogna farlo in maniera professionale, e a me sembra che questo stia avvenendo.

Luca Checola

4 commenti

Archiviato in Manifesti politici, sito web

4 risposte a “Stefano Maullu (Lombardia-PdL)

  1. lucacons

    Grazie per la tua considerazione!
    A presto
    Luca

    • Stefano Maullu

      Ti ringrazio per la tua recensione che ho apprezzato davvero tanto. In effetti avevo cercato di mettere in pratica poche regole per rendere interessante e allo stesso tempo completo il mio sito internet durante la campagna elettorale per le regionali lombarde 2010.
      Grazie ancora.

      • lucacons

        Sono io che la ringrazio per aver letto la mia analisi! Ancora complimenti!

        Grazie di cuore,
        Luca Checola

  2. Pingback: Lombardia 2010 « Spinning News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...